Skip to main content

Paolo Ciapparelli racconta:
Una filosofia di vita

21 Dicembre 2022
pane e formaggio

Pane, formaggio e salame

Come è stato possibile che un formaggio, da solo “cibo”, si sia identificato, nel tempo, in una specie di “stella polare” capace di coinvolgere nei suoi temi un così grande numero di persone? Quando ho iniziato a difendere quello che allora si chiamava Bitto, era perché vedevo a rischio una consuetudine per me tanto semplice quanto importante: poter mangiare, con gli amici, pane, formaggio e salame “come una volta”; oggi è diventato impossibile trovare formaggio senza fermenti e salame senza salnitri. A qualcuno sembreranno sciocchezze, ma è da questi semplici cambiamenti che nascono le mutazioni che determinano stravolgimenti generazionali non sempre positivi.

Nello Storico Ribelle oggi ha l’opportunità di riconoscersi chi non accetta la logica per cui si possono sacrificare i valori in favore dei soldi. Certamente nessuno, neanche i nostri oppositori, è dichiaratamente contrario alla valenza ambientale di questa ribellione casearia, ma solo una minoranza ha il coraggio di sostenerlo pubblicamente (è rischioso contrastare chi maneggia soldi pubblici).

E’ altresì vero che che questa semplice storia contadina ha conservato e rispolverato valori etici ed emozionali che fanno breccia nella coscienza di tanti.

L’accanimento istituzionale nell’ignorare e contrastare la nostra storia, certifica quanto questa sia ritenuta pericolosa da chi, senza esporsi, tesse le trame della filiera agroalimentare. Siete sempre convinti che sia giusto seguire la stella che ci guida verso cibi di plastica, o è necessario preservare l’arte della manualità, e apprezzare l’imperfezione come segno della perfezione?

L’accanimento istituzionale nell’ignorare e contrastare la nostra storia, certifica quanto questa sia ritenuta pericolosa da chi, senza esporsi, tesse le trame della filiera agroalimentare. Siete sempre convinti che sia giusto seguire la stella che ci guida verso cibi di plastica, o è necessario preservare l’arte della manualità, e apprezzare l’imperfezione come segno della perfezione?

Regala una forma in dedica

AGGIORNAMENTO: La prenotazione di Forme in Dedica è momentaneamente sospesa per esaurimento della disponibilità. Riprenderemo con le prenotazioni delle nuove forme dal 1 marzo 2024.

Sicuramente una forma di Storico Ribelle è un regalo unico nel suo genere, ma chi non sarebbe felice di riceverlo?

Per richiedere una forma in dedica scarica il modulo, compilalo, versa l'acconto sull'iban indicato ed invia modulo e ricevuta per e-mail a info@storicoribelle.com.


© 2022 Valli del Bitto SpA - Numero REA SO - 61732
C.F. 0081575014. All rights reserved.
Powered by Betsoft.